Loading

Fabio Sorti

Bergamasco, 1955, a Bologna dal ‘75 al ’96 del secolo scorso, poi spostatosi nelle campagne imolesi, dove per ora ancora risiede con moglie, tre figli, un cane e tre gatti.
Sua passione principale la musica. La batteria diventa il suo strumento già negli anni bergamaschi. A Bologna piano piano diventa la sua attività principale, soppiantando gli studi universitari: Scuola jazz di Parma, seminari vari e poi l’attività live: Andy J. Forest and the Stumblers, Tolo Marton Band, Treves Blues Band ed altri, fino al 1984.
Nel ’75, grazie ai suggerimenti di un amico fotografo, comincia a passare le notti in camera oscura, per molto tempo coincidente con la sua camera da letto… Nasce qui una nuova passione.
Nel ’90 incontra computer graphics e comunicazione, intraprendendo un’attività che tuttora è il suo lavoro, prima in solitaria e poi, dal 2002, con l’agenzia Commoedia di cui è tra i soci fondatori.
La passione per la fotografia corre sempre sottotraccia, prima come attività amatoriale, poi come parte integrante della sua attività professionale.
Dai primi anni ’90 la musica si è affiancata di nuovo al lavoro, e ricomincia ad esibirsi dal vivo con varie formazioni Blues, rock, swing e jive.
Immagine e suono, occhio ed orecchio. Sempre in contatto, per quanto possibile, con il cuore.

Fabio Sorti - autoritratto