Loading

Sfioramenti

Il lavoro di Morena Pedrini trova ispirazione nelle molteplici forme del mondo minerale e vegetale, entra nei loro interstizi e ne segue i sottili indizi che affiorano in superficie. Le sue carte operate, trapuntate da costellazioni di minuscoli fori e solcate da impercettibili rilievi, appaiono sempre diverse grazie al mutevole, imprevedibile rapporto fra materialità e trasparenza, fra progetto creativo e casualità. Leggère incisioni, a volte enfatizzate a volte confuse dal segno della grafite suggeriscono la terza dimensione.

I frottage a matita o pigmenti da lei stessa elaborati sfumano in un gioco di sovrapposizioni ed elisioni, smarrendo le forme originarie e lasciando orme indistinte, quasi fossili di pensieri stratificati. Infine la luce, fondamentale protagonista delle installazioni di Morena Pedrini. Disegni e incisioni sono, al tempo stesso, concreti e fantastici strumenti per intercettare la luce. Dal magico incontro di una pagina con un raggio luminoso nasce e si rivela la ricchezza, la misteriosa bellezza di queste opere, di questo silenzioso concerto.

Morena Pedrini

Sfioramenti

27 ottobre > 17 novembre 2018